Blog Patamu

Le ultime news su Copyleft & Copyright, eventi, press review e molto di più
Mercoledì, 30 Maggio 2018 22:00

Patamu Registry, Blockchain e marcature digitali In evidenza

Scritto da  Redazione Patamu
Patamu Registry Patamu Registry Patamu.com

Il Patamu Registry genera una prova d'autore per qualsiasi opera d'ingegno o lavoro creativo. È possibile tutelare la propria creatività e pubblicare o condividere in sicurezza i propri lavori o le proprie opere. La protezione è istantanea e viene realizzata attraverso la marcatura temporale, un procedimento informatico legalmente riconosciuto. Basta quindi iscriversi al sito Patamu.com, compilare il modulo e depositare le opere da tutelare in pochi semplici passaggi!

Ma come funziona il sistema di deposito digitale? In pratica offriamo due tipi di procedimento: la “marcatura classica” e la tecnologia “blockchain”. Vediamo insieme di cosa si tratta. Entrambe le modalità di tutela permettono di dimostrare la paternità di un'opera ed entrambe permettono di certificare la data di esistenza di un certo contenuto. La principale differenza è che mentre per la marcatura "Classica" ci si affida ad un ente certificatore istituzionale che dà alle marcature una durata garantita di almeno 20 anni, per la marcatura Blockchain ci si affida ad una rete distribuita mondiale inviolabile che non ha scadenze predefinite. Attualmente Patamu utilizza la blockchain dei Bitcoin, la cryptovaluta nata nel 2009 e affermata oramai a livello mondiale.

Le marcature digitali si basano principalmente su due principi: il timestamping che consiste nel permettere di affermare che un certo contenuto esiste a partire da una certa data e L'hashing, che consiste nell'applicare un algoritmo di hash su qualunque tipo di contenuto (documenti, immagini, audio, ecc…) per ottenere una breve sequenza di caratteri che lo rappresenta. In pratica si può dire che l’hash costituisca l’impronta univoca di un contenuto.

Quale delle due modalità è più sicura? Entrambe le modalità di marcatura temporale (classica e blockchain) sono robuste e sicure; la prima gestita con procedure di sicurezza garantite dalle istituzioni, la seconda garantita dal protocollo matematico su cui si basa la sua esistenza. Come è collegata una marcatura alla tutela dal plagio? I meccanismi di hashing e timestamping permettono di dimostrare qual è la data esatta in cui un utente ha depositato un certo contenuto dichiarando di esserne l’autore. In assenza di prove antecedenti e contrastanti, la prova generata diventa una prova d’autore legalmente valida e riconosciuta.

Nel caso della marcatura classica, la validità e l’inviolabilità della prova sono garantite da enti di certificazione dello Stato Italiano e dell’Unione Europea, e riconosciute in tutto il mondo grazie alla Convenzione di Berna. La blockchain è invece un registro distribuito, la cui robustezza è validata ogni secondo da milioni di computer di tutto il mondo, e che si presta perfettamente come modalità alternativa per certificare la data certa di un dato deposito.

Letto 408 volte Ultima modifica il Martedì, 29 Maggio 2018 14:01
Devi effettuare il login per inviare commenti