Blog Patamu

Le ultime news su Copyleft & Copyright, eventi, press review e molto di più
Lunedì, 23 Aprile 2018 08:29

Hedy Lamarr, la star di Hollywood che amava la scienza (e a cui dobbiamo il cellulare) In evidenza

Scritto da 
Hedy Lamarr Hedy Lamarr MGM/Clarence Bull via Wikimedia Commons

 

Quest’anno la Giornata Mondiale per la proprietà intellettuale (Wipo) è dedicata alla creatività e all’innovazione al femminile. E sono davvero tante le inventrici di fama internazionale che hanno fatto la storia dell’innovazione scientifica: alcune hanno sfidato gli ambienti accademici, altre hanno biografie travagliate dovute a periodi di guerra o altre difficoltà economiche.

Quella di Hedy Lamarr è senza dubbio una storia che merita di essere raccontata. Nata nel 1914 a Vienna, Hedy Lamarr divenne un'attrice di fama internazionale. Come protagonista del film “Estasi” (1933) apparve nel primo nudo integrale della storia del cinema, che all’epoca fece (ovviamente) scandalo. Trasferitasi in seguito a Hollywood, recitò in numerosi film e iniziò una produzione molto intensa: negli anni quaranta recitò con Clark Gable e Spencer Tracy in “La febbre del petrolio”, poi ancora con Gable in “Corrispondente X”. Fra le sue interpretazioni di maggior successo c’è il ruolo di Dalila nel film “Sansone e Dalila” di Cecil B. DeMille. Da attrice fu spesso sotto i riflettori anche per vicende personali, che oggi chiameremmo “gossip”, legate alla sua vita privata.
La parte meno conosciuta della sua attività, almeno per il grande pubblico, è però quella che ci interessa di più: Hedy studiò ingegneria a Vienna ed è considerata l’inventrice del “Secret Communication System”, un sistema per radiotrasmissioni che in seguito si sarebbe rivelato fondamentale per la telefonia mobile.

Durante gli anni della Seconda guerra mondiale Lamarr creò un sistema per la criptazione dei segnali radio (“frequency-hopping spread spectrum”, FHSS), sviluppando assieme al compositore George Antheil una tecnica di comunicazione molto utile in guerra. I sistema di criptazione evitava l'intercettazione dei messaggi, impedendo quindi al nemico di individuare la posizione di obiettivi militari sensibili. L'idea, brevettata da Lamarr e Antheil nel '42, venne utilizzata per la prima volta dalla Marina degli Stati Uniti solo negli anni '60.

I due inventori ricevettero nel 2014 un riconoscimento postumo da parte della National Inventors Hall of Fame degli USA dato che ancora oggi la loro invenzione è fondamentale per gli utilizzi della telefonia mobile e dell’informatica.

Hedy Lamarr ideò in seguito altri oggetti innovativi, fra cui una compressa solubile per produrre bibite gassate, che non ebbe successo per motivi legati al sapore cattivo. Inventò anche un semaforo per la viabilità alternativo a quelli già in uso. Morì nel 2000, a conclusione di un millennio in cui aveva dato un suo personale contributo, all'insegna dell'innovazione sia come artista che come inventrice.

Letto 469 volte Ultima modifica il Giovedì, 26 Aprile 2018 19:17
Devi effettuare il login per inviare commenti