Blog Patamu

Le ultime news su Copyleft & Copyright, eventi, press review e molto di più
Domenica, 22 Febbraio 2015 08:15

Come funziona

Una delle preoccupazioni maggiori dell’autore di un’opera creativa è quella di tutelarla dal plagio. Su Patamu la tutela delle opere è istantanea e viene effettuata attraverso la marcatura temporale, un procedimento con valore legale che permette di attribuire data ed ora certa ad un documento informatico contenente al suo interno un'opera di ingegno, tutelandone l’autore dal plagio.

Il servizio si rivolge ai creativi di opere musicali, giornalistiche, scientifiche, informatiche, letterarie, culinarie ed in generale a chiunque sia interessato a tutelare una propria idea creativa.

Un piccolo approfondimento legale...

   
Il diritto d'autore su un'opera sorge dal momento di creazione della stessa, senza necessità di alcuna formalità (art.6 Legge sul Diritto d'Autore). Il deposito dell'opera - che può essere effettuato presso la SIAE (deposito opere inedite) o mediante marcatura temporale con Patamu - ha un valore probatorio, nel senso che attribuisce una data certa, dotata di valore legale, all'opera. 


I sistemi tradizionali come la SIAE offrono un servizio di deposito e tutela di opere inedite, ma con costi alti e con una procedura difficoltosa. Patamu offre un servizio di deposito e di tutela di opere inedite efficace, immediato e legalmente valido, ma meno costoso e complicato del sistema offerto dalla SIAE, grazie ad un processo totalmente informatizzato, accessibile tramite web e di facile utilizzo.

La marcatura temporale garantisce efficacia probatoria, come stabilito dal Codice dell’amministrazione digitale (CAD), d. lgs. 7 marzo 2005, n. 82, e dalla Direttiva Europea 1999/93/EC e successive modifiche. Una marca temporale è una sequenza di caratteri che rappresentano una data e/o un orario per accertare l'effettivo avvenimento di un certo evento.

 

 

 

 

Pubblicato in Servizi

Finalmente qualcosa sembra smuoversi in SIAE: stando a quanto apparso ieri sera sul sito dell'ACEP, a partire dal 1 Gennaio 2015 l'iscrizione sarà gratuita per i giovani under 30.
Se la notizia venisse confermata anche da parte della SIAE si tratterebbe senza dubbio di una prima, buona novità.
Ma, soprattutto, sarebbe la prova lampante di quello che non si vuole ammettere e che personalmente vado ripetendo da molto tempo, ovvero che la competizione tra realtà differenti porta, automaticamente, il monopolista di turno a migliorare i propri servizi e ad abbassarne i costi, con un ovvio vantaggio per l'utilizzatore, in questo caso per gli artisti, che si ritrova a poter scegliere tra servizi diversi in competizione tra loro per abbassare costi e rinnovare le proposte di quanto viene offerto.
Approfittando di questo primo cambiamento, che interpretiamo come apertura della SIAE alle istanze ed alle critiche, ma anche ai consigli arrivati da più parti, andiamo avanti con altre critiche ed altre proposte [...]

Sabato, 20 Settembre 2014 08:00

Free yourself from SIAE - 30 settembre

Il 30 settembre di ogni anno scade il termine imposto (ingiustamente) dalla SIAE ai propri iscritti per disiscriversi dalla SIAE. Chi non lo fa dovrà restare in SIAE per tutto l'anno successivo.
È in gioco qualcosa di molto più importante che non una questione meramente economica: è in gioco la vostra libertà. 
Vi consigliamo di disiscrivervi al volo dalla SIAE seguendo le indicazioni ed i consigli di questo articolo.
In Patamu tuteliamo le vostre opere dal plagio e vi consigliamo al meglio su come utilizzare e diffondere la vostra arte, anche attraverso vari progetti pilota in partenza. In Patamu non poniamo vincoli, non chiediamo esclusiva, non imponiamo iniqui pagamenti [...]

Anche se molti artisti iscritti non lo sanno, il 30 Settembre di ogni anno scade il termine ultimo per risultare disiscritti dalla SIAE a partire da gennaio dell'anno successivo.
Questo vuol dire che se non vi disiscrivete entro il 30 Settembre 2014, sarete considerati iscritti alla SIAE fino al 31 Dicembre 2015. 

Detto in altre parole, c'è ancora poco tempo a disposizione per chi tra i nostri artisti fosse ancora iscritto alla SIAE volesse aprire la propria strada creativa a nuove sperimentazioni lontane dalla impostazione tradizionale della SIAE. Abbiamo qui raccolto le domande più significative su questo tema e su alcuni temi collaterali, sperando di essere di aiuto. Buona lettura! [...]

Domenica, 20 Luglio 2014 12:44

Teatro Valle Occupato, SIAE, e bene comune

Partiamo da una considerazione: l'esperienza del Teatro Valle Occupato passerà alla storia.
In un'epoca in cui gli stessi politici che ora si ergono a difensori del patrimonio culturale italiano affermavano che “con la cultura non si mangia”, nacque e si realizzò un'utopia. In un Teatro, simbolo per eccellenza delle arti con la a maiuscola, si realizzava un impianto alternativo alle decadenti e disattente istituzioni italiane, una proposta alternativa e globale, ovvero non solo limitata all'arte, dell'Italia, dell'Europa e del mondo che potremmo essere.

Un paese delle meraviglie di Alice in cui si incontrano costituzionalisti che parlano di bene comune, bambini che non vanno a guardare l'Opera dei grandi assopendosi sulle poltrone, ma vanno a metterla in scena in prima persona [...]

Pubblicato in Uno sguardo all'Italia